Il futuro del risparmio ha un grande futuro

SCARICA ARTICOLO
  • 22.03.2019
  • Design the Future

Sostenibile, responsabile, inclusivo.

Il Salone del Risparmio è il più importante evento italiano interamente dedicato al settore del risparmio gestito. La manifestazione di cadenza annuale, che si terrà tra il 2 e il 4 aprile a  Milano, viene organizzata da Assogestioni, e si propone di favorire lo sviluppo di relazioni commerciali all’interno del mercato, rafforzare l’identità del settore del risparmio gestito e contribuire alla sua crescita. Il programma della manifestazione prevede conferenze e seminari dedicati al settore dell’asset management e ai temi legati al mondo del risparmio e dell’investimento, oltre a corsi di formazione gratuiti.

Quest’anno, in occasione della sua decima edizione, che prevede conferenze e seminari dedicati ai temi dell’ambiente, governance, responsabilità e inclusione sociale, e della partecipazione di Copernico come partner, abbiamo intervistato Jean Luc Gatti, Direttore Comunicazione Assogestioni, Direttore responsabile di Focus Risparmio e Responsabile Salone del Risparmio.

 

1. Come può l’industria del risparmio tradizionale affrontare le nuove sfide del settore? Quali sono i nuovi obiettivi?

 

"L’industria del risparmio tradizionalmente può rispondere alle nuove sfide con forte innovazione finanziaria ed ampliamento degli strumenti di investimento di lungo termine. Ed è forte l’attesa che circonda l’arrivo degli European Long Term Investments Funds, o Eltif, e la possibile apertura dei mercati privati (Pmi non quotate, venture capital, investimenti poco liquidi e – perché no – anche le start-up più innovative) a fasce di risparmiatori cui finora erano preclusi. Argomento che terrà banco durante l’intera kermesse, per essere poi affrontato in modo particolare il 4 aprile nella conferenza “Eltif e fondi alternativi”.


Assogestioni sottolinea da tempo come l’allargamento del novero degli strumenti di investimento di lungo periodo rappresenti uno dei principali snodi da cui dipenderà la capacità dell’industria finanziaria di rispondere alla sfida più importante per l’economia italiana: convogliare flussi crescenti di risparmio nella direzione delle imprese, così da favorirne la crescita.


Obiettivo – quello di creare un sistema di finanziamento alternativo al canale bancario che raggiunga le medie e le piccole imprese – centrato dai Pir, strumenti che a due anni dal lancio hanno raccolto circa 15 miliardi di euro permettendo alle Pmi di avere a disposizione un terzo delle risorse raccolte, e a oltre 500mila risparmiatori di diversificare il portafoglio includendo il segmento azionario a minore capitalizzazione.


Ma è già tempo di andare oltre, affiancando ai Pir nuovi strumenti quali gli Eltif. Fondi chiusi con un orizzonte di tempo vincolato, che hanno tra altri obiettivi quello di avvicinare i risparmiatori retail agli investimenti illiquidi e, nello specifico, di incanalare maggiori risorse sulle società di piccolissime dimensioni (con una capitalizzazione inferiore a 500mila euro), quotate e non quotate. In gioco c’è il futuro delle Pmi che producono il 70% del valore aggiunto realizzato dall’industria italiana e contribuiscono per l’80% all’occupazione, ma che si trovano capitalizzate in Borsa solo per lo 0,13%.


Anche per gli Eltif si valuta la strada dell’incentivo fiscale, che ha riscosso l’interesse positivo di investitori e industria finanziaria. Il tema è delicato: passare da investimenti in asset quotati a asset non quotati, è bene ricordarlo, comporta maggiori rischi soprattutto per i piccoli risparmiatori. Allo stesso tempo, ampliare la platea degli investitori in Pmi – coinvolgendo in particolare il mondo del private banking – contribuisce allo sviluppo economico del Paese".


 

2. Oltre a ciò che riguarda prettamente il risparmio, quali saranno gli altri temi approfonditi durante il Salone?

 

"Una delle tematiche più importanti che verrà approfondita durante il corso del Salone sarà quello delle persone, uno degli asset più importanti per un’azienda. Mercoledì 3 aprile sarà approfondito, infatti, il tema della piena valorizzazione del capitale umano nella conferenza “Diversità e inclusione: una sfida per il settore del risparmio gestito” – un’occasione di confronto, condivisione e scambio di idee per un’industria, quella finanziaria, che soffre ancora della mancanza di un adeguato livello di diversity negli organi di amministrazione e controllo degli enti. Carenza che, secondo studi accreditati, ha contribuito a sottovalutare i rischi prima della crisi del 2007-2008.

Verrà dato spazio anche alla finanza comportamentale e all’educazione finanziaria. Tema dell’approfondimento di quest’anno sarà anche se, a seguito dello sviluppo della digitalizzazione, esista davvero uno spazio di crescita per il “fai da te”. E per rispondere a questa domanda, Assogestioni ha commissionato alla consultancy Demia una ricerca che verrà presentata il 4 aprile, in apertura della terza giornata del Salone.
Mentre la conferenza di chiusura ospiterà un relatore d’eccezione: Jeffrey Sachs, macroeconomista ed esperto mondiale di sostenibilità e lotta alla disuguaglianza economica, che farà il punto su come il settore del risparmio gestito possa contribuire al raggiungimento degli obiettivi contenuti nei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite, da raggiungere entro il 2030".

 

3. Quali saranno i punti focali del programma del Salone del Risparmio 2019?

 

"Occhi puntati sul risparmio responsabile e inclusivo, ma attenzione anche ai cambiamenti dettati dalla MiFID II, al ruolo dell’industria nel sostegno all’economia reale, alla finanza comportamentale e all’educazione finanziaria. Il tutto accompagnato dai numerosi momenti di confronto tra i professionisti del settore per fare il punto sulla visione di lungo termine dei mercati. Queste le direttrici del ricco programma di contenuti del Salone del Risparmio 2019, il summit di Assogestioni che, giunto alla decima edizione, si tiene a Milano dal 2 al 4 aprile presso il centro congressi MiCo".

 

 

Jean Luc Gatti, Direttore comunicazione Assogestioni, Direttore responsabile di Focus Risparmio e Responsabile Salone del Risparmio

Jean Luc Gatti Assogestioni

1. discover more

Tag

1. discover more

Letture
consigliate

Compila il seguente form per scaricare il materiale informativo.

I dati forniti vengono utilizzati esclusivamente per rispondere alle richieste inoltrate. Informazioni dettagliate, anche in ordine al suo diritto di accesso e agli altri suoi diritti, sono riportate nella nostra Privacy Policy.

CHIUDI