SIDEWALK DIARIES

L’arte di una grande firma del paper-cutting, Marco Gallotta, incontra la fotografia di un grande autore, Claudio Napoli.

DAL 20.03.2019 AL 30.04.2019
Dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 18.00
Copernico Milano Centrale
Free

Copernico, in collaborazione con THE ROOOM Cultural Branding Creative Lab e con il Patrocinio di FIOF Fondo Internazionale per la Fotografia, presenta SIDEWALK DIARIES, mostra di Marco Gallotta e Claudio Napoli a cura di Giorgia Sarti.

“Un marciapiede di Harlem a New York, come il set cinematografico di un film in bianco e nero dove sconosciute comparse diventano per un istante protagoniste di uno scatto fotografico che si trasforma in opera d’arte".

E’ così che l’arte di una grande firma del paper-cutting, Marco Gallotta, incontra la fotografia di un grande autore, Claudio Napoli. E’ grazie a questo incontro che nasce SIDEWALK DIARIES, una mostra che mette in scena le storie non raccontate dei passanti di un marciapiede di Harlem in una giornata qualunque. 

I due artisti hanno ricreato e reinterpretato la vita che scorre e cammina, immortalandone i singoli momenti con fermo immagini dei passanti attraverso l’obiettivo di Claudio Napoli e interventi artistici di Marco Gallotta che, grazie all’utilizzo della tecnica del “tagliare la carta” ha rielaborato la sua ricerca arricchendola di sempre nuovi elementi e sperimentazioni. 

 

GLI ARTISTI

Marco Gallotta è nato in Italia nel 1973. La sua ispirazione artistica comincia nel Salernitano, poi in Trentino e a Londra.  Dopo varie tappe europee in cerca di contaminazioni e ispirazioni artistiche, nell’estate del 1998, decide di stabilirsi a New York. Qui rafforza la sua idea di arte, soprattutto instaurando un dialogo continuo e creativo con i movimenti consolidati della cultura newyorkese. Frequenta il “Fashion Institute of Technology (FIT”) dove si laurea in “General Illustration” e successivamente si specializza in “Fashion Illustration”. Il suo percorso artistico si muove tra l’attività di pittore e di illustratore. Oltre a varie esposizioni delle sue opere in Italia e negli Stati Uniti, ha stabilito importanti collaborazioni con la Nike, Le Nazioni Unite, “Radio City Music Hall”, con il compositore italiano Ennio Morricone, la rivista “Vogue”, l’attore Will Smith e il marchio internazionale Chanel.
 
Claudio Napoli nasce nel 1960 a Napoli e crescendo assorbe l’interesse del papà Vittorio per l’arte e la fotografia. Video e fotografia diventano presto due delle sue passioni principali. Fin da ragazzo lavora nel campo della grafica per l’audiovisivo, iniziando in tv locali e nazionali. A metà degli anni novanta si avvicina al cinema, si trasferisce a Roma e diventa socio del più importante studio di effetti visivi digitali per il cinema italiano, Proxima. Per una decina di anni lavora a moltissimi successi del cinema italiano e internazionale, collaborando con registi quali Tornatore, Angelopoulus, Parenti, D’Alatri, Verdone, Zeffirelli e Monicelli. Nominato con Proxima ai Premi David di Donatello per sei edizioni consecutive, vince nel 2006 per il film Romanzo Criminale diretto da Michele Placido. Nel 2014 si trasferisce stabilmente a New York City. Taking New York, nel 2015, rappresenta la sua prima mostra fotografica in America. 

 

La mostra può essere visitata dal 20 marzo al 30 aprile, dalle 10.00 alle 18.00 in Via Copernico 38, a Milano.

Per informazioni sulla mostra e per prenotare la visita, puoi scrivere a art@coperni.co

 

1. discover more

Tag

Compila il seguente form per scaricare il materiale informativo.

I dati forniti vengono utilizzati esclusivamente per rispondere alle richieste inoltrate. Informazioni dettagliate, anche in ordine al suo diritto di accesso e agli altri suoi diritti, sono riportate nella nostra Privacy Policy.

CHIUDI